Ponza sta diventando una seria concorrente di Campodimele, il piccolo centro collinare in provincia di Latina definito “il paese dei centenari”. L’età media degli abitanti è infatti tra le più alte d’Italia. L’interesse degli scienziati è sempre altro nei confronti di Campodimele, 650 abitanti, soprattutto dopo la ricerca condotta da un pool di ricercatori della Sapienza di Roma coordinati dal professor Marcello Arca. La buona aria, il cibo sano e il modo di vivere senza ansia e stress sono i principali fattori del fenomeno.

In pochi giorni, a Ponza, tre signore hanno superato i cento anni, non li ha raggiunti il buon Gaetano Mazzella, deceduto l’altro giorno a quota 99. Nel mese di novembre la prima a spegnere le candeline è stata nonna Antonietta che abita sopra Giancos. Pochi giorni dopo una grande festa l’ha fatta Rosa Galano. Poi qualche giorno fa è stata la volta di nonna Assunta che ha fatto gioire parenti e amici. A Ponza non è una novità avere dei centenari, qualche anno fa ne vivevano contemporaneamente sei.
Il segreto? Il ponzese si ciba di cose sane come il pesce, i legumi, gli ortaggi e poca carne, l’aria è salubre e si cammina tantissimo.

Paolo Iannuccelli

Annunci