​È stato fissato a giovedì prossimo – in occasione di un’altra assemblea dei lavoratori di Latina Ambiente, indetta stavolta dal sindacato Filas ma aperta a tutti gli operai – “l’ultimatum” posto all’amministrazione comunale di Latina per fornire chiarimenti sul futuro di chi oggi lavora nella partecipata, che da gennaio 2018 sarà sostituita dalla nuova azienda speciale Abc. 

Nell’ultima assemblea la curatela fallimentare non aveva potuto dare risposte certe in merito. Il nuovo invito a presentarsi in assemblea, da parte della Filas, è rivolto al sindaco Damiano Coletta, all’assessore all’Ambiente Roberto Lessio o ad un loro rappresentante. “Abbiamo inviato ieri il fax. Se nessuno si presenterà, come già accaduto – annuncia la Filas – intraprenderemo azioni di protesta“.

Annunci