Stanno aumentando i casi riscontrati di Chikungunya nel Lazio. Da uno salgono a quattro i casi – 2 accertati ed altri 2 probabili – a Latina, dopo i dieci di Anzio e i sei di Roma che hanno portato, fra l’altro, allo stop precauzionale delle donazioni di sangue per un milione e duecentomila romani residenti nell’area sud-est. Questa malattia virale, in genere autolimitante, si trasmette con la puntura di una zanzara tigre infetta e può provocare febbre alta e forti dolori articolari. Non tutti i soggetti punti da una zanzara infetta, comunque, manifestano i sintomi della malattia. Ecco come si trasmette e quali sono i sintomi.

La Regione Lazio, infine, per offrire tutte le informazioni necessarie ha creato una apposita sezione sul proprio sito http://www.regione.lazio.it/rl/zanzara.

Per evitare che il blocco temporaneo delle donazioni provochi una diminuzione delle sacche presenti nel Lazio, intanto nei giorni scorsi si è tenuta a Roma una riunione tra la Regione Lazio e le maggiori associazioni che si occupano di donazioni in zona per le nuove comunicazioni operative: erano presenti Avis Lazio, Croce Rossa Lazio, Avis Provinciale Roma, La rete di tutti Onlus, Avis Provinciale Latina, EMA Roma, Ass. Donatori di sangue Roma Est, Ematos Fidas, Avis Comunale Roma, Cri Roma. Nel corso dell’incontro si è deciso di organizzare una raccolta straordinaria di sangue nelle Asl non sottoposte a prescrizioni al fine di compensare le carenze dovute alle prescrizioni che riguardano la Asl RM2 e il Comune di Anzio. Ecco chi e come può donare il sangue.

Anche la Asl di Latina si sta muovendo: presso il reparto di Malattie Infettive dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina è stato infatti allestito un “Ambulatorio Arbovirosi” dedicato, ed al quale per le prossime due settimane – dal lunedì al venerdì – si potrà accedere direttamente dietro prescrizione del medico di medicina generale. Gli stessi medici di base potranno beneficiare di consulenza specialistica telefonica da parte dell’ambulatorio, quando necessario. Sul sito internet della Asl di Latina saranno disponibili, nelle prossime ore, una serie di raccomandazioni per la popolazione generale, per la prevenzione delle punture di insetti. Nel frattempo il sindaco del Comune di Latina è già stato informato e la Asl sta provvedendo in queste ore ad informare anche gli altri sindaci provincia pontina affinché predispongano le azioni propedeutiche all’avvio di eventuali interventi di disinfestazione in caso vengano accertati casi per competenza.

 

 

Annunci