“La ripresa dell’attività politica, dopo la pausa estiva, trova la nostra città esattamente nelle stesse condizioni di prima, con la totale paralisi del governo del sindaco Coletta, sia di fronte alla straordinaria che all’ordinaria amministrazione”. E’ il commento del capo gruppo consigliare di FdI-An al Comune di Latina, Nicola Calandrini, che elenca una “lunga serie di recentissime inefficienze: i genitori dei bambini di via Quarto – spiega Calandrini in una nota – sono costretti a manifestare sotto il Comune per rivendicare aule e sicurezza a scuola, il malcontento delle famiglie di borgo San Michele e Borgo Faiti che alla vigilia della ripresa delle attività scolastiche si sono trovate senza le suore a far da maestre, una marina totalmente abbandonata senza l’apertura dei chioschi, senza manutenzione degli spazi pubblici, a partire dai parcheggi a servizio delle aree balneari con uno sfalcio dell’erba  avvenuto con incredibile ritardo e con modalità che è stato concausa di numerosi incendi”.

Ma il consigliere di opposizione va oltre, accusando la maggioranza di scarsa trasparenza, di ignoranza delle regole democratiche, di azioni tese a delegittimare l’operato stesso del Consiglio Comunale, non dando corso alle deliberazioni assunte da questo organismo attraverso mozioni approvate all’unanimità.

Annunci