Si svolgerà a Latina, da venerdì 8 a domenica 10 settembre, la maxi esercitazione “Pontinia 2017” organizzata dal Comitato regionale Lazio della Croce Rossa Italiana. Al Comitato di Latina è stata infatti affidata la responsabilità organizzativa e logistica del Campo, basato presso la struttura scolastica di viale Le Corbusier, messa a disposizione dall’amministrazione provinciale di Latina.

È prevista la partecipazione di circa trecento volontari, di varie specialità, con al seguito ambulanze, Postazione medica avanzata, potabilizzatore, mezzi di supporto per i soccorsi speciali, unità cinofile, cucina da campo per le emergenze e altro. Un imponente spiegamento di persone e mezzi che servirà a testare l’assetto regionale CRI da impiegare nelle emergenze al fianco delle altre strutture dello Stato e della Protezione civile regionale. Da parte dei vertici della CRI vi sono le scuse anticipate per quei possibili disagi che potrebbe subire la cittadinanza.

Vari gli scenari predisposti: una significativa catastrofe in ambiente urbano; gli incedenti in mare tra imbarcazioni come anche quelli che possono capitare in ambiente montano. I volontari conosceranno i dettagli dell’intervento (luogo e tipologia) solo al momento dell’allarme e dell’ordine di partenza. L’area in cui saranno realizzati gli scenari è compresa tra Latina città, il Circeo, i Monti Lepini e alcune incursioni nel Sud pontino.

“Per la Croce Rossa la formazione riveste un ruolo centrale – spiega il presidente regionale CRI Adriano De Nardis – Pontinia 2017 è per noi un importante momento di confronto per perfezionare le nostre metodiche di intervento e per migliorare l’intervento sinergico con le altre istituzioni”. Anche il presidente del Comitato Locale CRI di Latina, Giancarlo Rufo, ha voluto ringraziare “la CRI regionale per la fiducia nell’averci affidato l’organizzazione di questo Campo”.

Annunci