Questa mattina la sala operativa dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina ha ricevuto via radio una richiesta di soccorso per un peschereccio che, impegnato in attività di pesca a circa 1,5 miglia dalla costa al largo di Sabaudia, stava imbarcando acqua. Sono immediatamente scattati i soccorsi, con l’invio sul posto della Motovedetta CP 823 e della Motovedetta CP 547 dotata di impianto di esaurimento acqua.

Sono state accertate due vie d’acqua sul peschereccio in difficoltà, che sono state opportunamente tamponate e, tramite l’utilizzo di diverse pompe, si è proceduto all’aspirazione dell’acqua presente a bordo del peschereccio. Le operazioni sono durate tutta la mattinata e, una volta messa in sicurezza l’unità, la stessa è stata rimorchiata da un altro peschereccio fino al porto di Nettuno, dove è giunta nel pomeriggio, ed è stata alata presso un locale cantiere navale.

Sul luogo dell’incidente è intervenuto il battello GC 314 della Delegazione di Spiaggia di Sabaudia, che ha verificato l’assenza di inquinamento. L’equipaggio del peschereccio, costituito da tre persone, non ha riportato conseguenze e non è stato necessario l’intervento di personale medico.

Annunci