Gloria Pompili è morta a causa delle gravi lesioni dovute al pestaggio subito. È questo la terribile verità che emerge dall’autopsia svolta dal medico legale Maria Cristina Setacci sul corpo della 23enne di Frosinone, morta nella notte tra mercoledì e giovedì sulla Monti Lepini, all’altezza di Prossedi, mentre alcuni parenti la stavano riaccompagnando a casa. La giovane aveva un forte trauma addominale, toracico e cranico. La Procura ha dunque aperto un fascicolo per omicidio volontario, per ora a carico di ignoti.

In base a quanto raccontato dai familiari, la giovane – che era solita prostituirsi tra Anzio e Nettuno – aveva detto di essere stata picchiata da un cliente. Di certo chi l’ha pestata, l’ha fatto con una violenza inaudita. Sul caso indagano i carabinieri del comando provinciale di Latina.

Annunci