E’ Gloria Pompili, 23 anni, nata e residente a Frosinone, la ragazza morta intorno alla mezzanotte tra mercoledì e giovedì lungo la strada dei Monti Lepini, all’altezza del chilometro 22, in un piccolo slargo nel territorio di Prossedi, subito dopo il confine con Priverno. Stando alle prime informazioni la giovane stava tornando a casa, nel capoluogo ciociaro, da Anzio, dove anche ieri sera – come ogni giorno – sembra esercitasse la prostituzione lungo la Nettunense, al confine tra Nettuno e Aprilia.

Sembra che la giovane donna viaggiasse su una Bmw in direzione Frosinone. Si sentiva male e le sue condizioni sono peggiorate chilometro dopo chilometro. Una volta sul posto, il personale medico ha tentato di rianimarla, ma senza successo. Sul posto anche i carabinieri, chiamati ora a svolgere tutti gli accertamenti del caso.

La giovane, che avrebbe compiuto 24 anni a settembre, sarebbe rimasta vittima subìte da un cliente, come avrebbe riferito lei stessa ai familiari prima di morire. Secondo quanto riferisce l’Ansa, al momento del malore fatale si trovava in auto con due parenti, una donna e il suo convivente di nazionalità egiziana, e stava tornando verso Frosinone: non sarebbe più riuscita a respirare ed è morta. I familiari, accostata l’auto nelle vicinanze di un hotel, avrebbero cercato di rianimarla, ma inutilmente. Intorno alla mezzanotte avrebbero poi avvertito i soccorsi. Un primo esame esterno sul corpo della giovane ha evidenziato la presenza di diverse ecchimosi.

Annunci