CasaPound Latina torna a farsi sentire e lo fa in merito all’incremento della microcriminalità sul territorio comunale.
Per il movimento di Viale XVIII Dicembre alcuni quartieri sono ormai divenuti dei ghetti in mano alle piccole bande della criminalità e dello spaccio, spesso straniere.
“Non è razzismo o ossessione – spiega Marco Savastano, responsabile di CPI – in quartieri come il Nicolosi basta passeggiare per respirare un clima di degrado e per vedere giovani stranieri bivaccare a tutte le ore, non vale certo per tutti ma non possiamo nemmeno chiudere gli occhi di fronte alla realtà. Queste zone franche stanno crescendo grazie al buonismo e all’indifferenza delle politiche di governo e opposizione. Invitiamo quindi la cittadinanza ad unirsi a noi in questa battaglia di civiltà per restituire Latina ai latinensi”.

Annunci