Il Comune di Latina ha prorogato l’ordinanza di divieto di utilizzo dell’acqua potabile nelle zone servite dalla centrale di Carano-Giannottola. Le nuove analisi effettuate dalla Asl hanno confermato il superamento, seppur lieve, dei livelli di arsenico oltre i limiti di legge. Confermata dunque l’ordinanza di divieto di uso dell’acqua per il consumo umano nei borghi Montello, Bainsizza, Santa Maria, Sabotino, oltre che a Foce Verde e a Le Ferriere.

Annunci